"Sono poche le persone a cui io voglio veramente bene e ancor meno sono quelle di cui io nutro una buona opinione. Più conosco il mondo e meno ne sono entusiasta: ogni giorno che passa mi conferma nel mio giudizio sull'instabilità dei caratteri e sullo scarso affidamento che va fatto su ciò che può apparire merito o ingegno."

Jane Austen

"All’uomo intellettualmente dotato, la solitudine offre due vantaggi: prima di tutto quello di essere con se stesso e, in secondo luogo, quello di non essere con altri.”
— A. Schopenhauer (via mophata)
"Mi permetta di domandarle come può allora l’uomo governare una qualsiasi cosa quando non soltanto è privo della possibilità di fare un piano qualsiasi anche per un periodo di tempo ridicolamente breve, diciamo un migliaio di anni, ma non è nemmeno in grado di rispondere del proprio domani?”
"Il maestro e Margherita", M. Bulgakov  (via ple0nasmos)
"Quello che veramente ognuno di noi è ed ha, è il passato; quello che siamo e abbiamo è il catalogo delle possibilità non fallite, delle prove pronte a ripetersi. Non esiste un presente, procediamo ciechi verso il fuori e il dopo, sviluppando un programma stabilito con materiali che ci fabbrichiamo sempre uguali. Non tendiamo a nessun futuro, non c’è niente che ci aspetta, siamo chiusi tra gli ingranaggi d’una memoria che non prevede altro lavoro che il ricordare se stessa.”
— Italo Calvino, da Ti con zero (via alivr-posts)

Pensate a come si devono sentire quei vips che non vengono nominati da nessuno per il challenge del secchio.

"Il tempo per leggere è sempre tempo rubato. (Come il tempo per scrivere, d’altronde, o il tempo per amare.)
Rubato a cosa?
Diciamo, al dovere di vivere.
È forse questa la ragione per cui la metropolitana - assennato simbolo del suddetto dovere - finisce per essere la più grande biblioteca del mondo.
Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere.
Se dovessimo considerare l’amore tenendo conto dei nostri impegni, chi ci si arrischierebbe? Chi ha tempo di essere innamorato? Eppure, si è mai visto un innamorato non avere tempo per amare?
Non ho mai avuto tempo di leggere, eppure nulla, mai, ha potuto impedirmi di finire un romanzo che mi piaceva.
La lettura non ha niente a che fare con l’organizzazione del tempo sociale. La lettura è, come l’amore, un modo di essere.
La questione non è di sapere se ho o non ho tempo per leggere (tempo che nessuno, d’altronde, mi darà), ma se mi concedo o no la gioia di essere lettore…”
— Daniel Pennac, Come un romanzo (via iaminthemoodtodissolveinthesky)
"Se nevrotico vuol dire desiderare contemporaneamente due cose che si escludono a vicenda, allora io sono nevrotica all’ennesima potenza. Volerò su e giù dall’una all’altra per il resto dei miei giorni.”
— Sylvia Plath, La campana di vetro (via iaminthemoodtodissolveinthesky)
"A quanto pare, ogni tanto gli adulti si prendono una pausa per sedersi a contemplare il disastro della loro vita. Allora si lamentano senza capire e, come le mosche che sbattono sempre contro lo stesso vetro, si agitano, soffrono, deperiscono, si deprimono e si chiedono quale meccanismo li abbia portati dove non volevano andare. La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce rosso in una boccia.”
— Muriel Barbery, L’eleganza del riccio. (via intantolondrabrucia)
"Create all the happiness you are able to create; remove all the misery you are able to remove. Every day will allow you, —will invite you to add something to the pleasure of others, —or to diminish something of their pains.”
— Jeremy Bentham (via observando)
"«Si sentiva molto giovane; e al tempo stesso indicibilmente vecchia. Affondava come una lama nelle cose; e al tempo stesso ne rimaneva fuori, osservava. Aveva l’impressione costante di essere lontana, lontanissima, in mare aperto, e sola. Sempre aveva l’impressione che vivere, anche solo un giorno, fosse molto, molto pericoloso. Non che si sentisse particolarmente intelligente, o straordinaria. […] L’unico talento che aveva era di riconoscere la gente come d’istinto».”
— Virginia Woolf, La signora Dalloway (via iaminthemoodtodissolveinthesky)
its-weltmeister asked: followed for the name (very original), Jane Austen in the description and the photos you upload. Unfortunately, I can't understand all the things you write:) Take care, a Janeite (LIKE YOU) named Anna :D

O_O wow!!! This is the first message i get from a non-italian Tumblr user! Thank you so much!!!
A Janeite named Sara ;)

©